Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

martedì 30 settembre 2008

QPR, Blackstock ci mette una pezza

QPR-Blackpool 1-1. Un mezzo passo falso, dopo due sconfitte consecutive. A distanza di tre giorni dal successo del Derby County Loftus Road sembra poter essere terra di conquista anche per il Blackpool. A spegnere i sogni dei Seasiders, passati in vantaggio dopo 18’ grazie a una botta di Taylor-Fletcher, ha pensato il solito Blackstock con una deviazione di testa a undici minuti dal termine.
La formazione guidata da Dowie è parsa in difficoltà soprattutto al momento di imporre il proprio gioco. E il meglio di sé lo ha dato al momento di usare più l’istinto che la razionalità. Come accaduto in occasione di un destro di Ledesma preda di Rachubka confezionato subito dopo lo svantaggio. La gara poi si trascina all’intervallo senza particolari emozioni. Complice la buona sistemazione in campo degli ospiti che concedono il minimo possibile. Le sorprese giungono al rientro dagli spogliatoi. Non ci sono Parejo e Ledesma ma Leigertwood e Agyemang. Il rientro in campo propone un gruppo più convinto dei propri mezzi. Gli scettici sono serviti dopo pochi secondi: incornata di Blackstock incornata su corner di Rowlands. La sfera sorvola la traversa ma ha il sapore della carica. Nel primo quarto d’ora l’assedio prosegue con un sinistro di Ramage seguito da un’altra iniziativa di Blackstock e Leigertwood. Alla fine però a sorridere è sempre Rachubka. Al 62’ è Vaughan, da posizione centrale, a provare a chiudere i conti, Delaney allontana. Anche Barker si presenta davanti a Cerny con intenzioni tutt’altro che amichevoli, ma il portiere fa il suo dovere. L’ultima carta Dowie se la gioca al 73’: dentro Buzsaky, fuori Mahon. La pressione sale. Così come Blackstock quando al 79’ salta per incornare di testa la palla del pareggio. E’ il suo 5° centro in campionato. L’estremo difensore ospite evita il sorpasso pochi secondi dopo, complice la mancata freddezza di Cook. Greyson si spaventa e getta nella mischia Broomes e Fox per Vaughan e Jorgensen per cercare di tamponare sino al triplice fischio. L’ultima chance, in pieno recupero, è comunque sulla testa di Stewart ma Rachubka salva.

TABELLINO:

QPR-BLACKPOOL 1-1 (0-1)

QPR: Cerny, Delaney, Stewart, Mahon (73 Buzsaky), Hall, Parejo (46 Leigertwood), Blackstock, Rowlands, Ramage, Cook, Ledesma (46 Agyemang).

SUBS NOT USED: Camp, Gorkss.

BOOKED: Leigertwood.

GOALS: 79 Blackstock.

BLACKPOOL: Rachubka, Southern, Evatt, Vaughan (84 Broomes), Taylor-Fletcher, Jorgensen (90 Fox), Kabba, Camara, Edwards, Barker, Burgess.

SUBS NOT USED: Coid, Hammill, Gow.
GOALS: 18 Taylor-Fletcher.

ATTENDANCE: 12,500.

REFEREE: Grant Hegley.

Nessun commento: