Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 14 settembre 2008

QPR, che poker ai Saints! Raggiunto il 4° posto

QPR-Southampton 4-1. Bello, fortunato e vincente. Così è stato il QPR anti-Southampton che conquista il 4° posto in classifica. I Rangers, privi dello squalificato Ledesma, hanno rifilato un poker che punisce duramente i Saints, alla quarta sconfitta su cinque gare disputate. La formazione dell'olandese Jan Poortvliet è parsa sorreggersi più sul cuore che sull’organizzazione di gioco. Ma i sentimenti non bastano. I Rangers mettono subito la sfida a proprio agio: 44 secondi ed è Blackstock, con un potente sinistro in area, a far saltare sui seggiolini i supporters di casa. La pressione degli Hoops fa invece saltare i nervi al debuttante Lancashire che, prima della mezz’ora, si fa espellere per un’entrataccia su Delaney. Con la superiorità numerica a favore per i ragazzi di Dowie le cose sembrano andare per il meglio. Forti anche del fatto che a centrocampo sembrano poter gestire quasi tutto. L’eccessiva sicurezza può essere un peccato mortale. Lo capiscono al 53’ quando Lallana chiude una splendida triangolazione centrale con Gillet e pareggia i conti. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere. Rowlands e Agyemang rilevano Parejo e Ephraim. Scelte azzeccate. Al 63’ infatti il risultato torna a sorridergli. Punizione dalla sinistra di Rowlands per Stewart che, in posizione di offside anticipa tutti e mette nel sacco tra le proteste avversarie. L’arbitro Friend, erroneamente confortato dall’assistente Vaughan, convalida. In campo la temperatura sale e il direttore di gara prova ad abbassarla sventolando cartellini gialli a ripetizione. L’acuto spetta però all’onnipresente Blackstock che al 76’ mette in ghiaccio il risultato. Gli ospiti provano a ridare senso alla loro presenza a Loftus Road ma Cerny non è affatto ospitale e sbatte perentoriamente la porta in faccia a Pekhart, Gillett e Dyer. Il QPR è però sempre vivo e ogni volta che filtra nella metà campo avversaria sembra poter essere letale. L’effetto è raggiunto durante il primo minuto di recupero quando Agyemang corona una prestazione positiva con un destro semplicemente perfetto.

TABELLINO:

QPR: Cerny, Delaney, Stewart, Mahon, Leigertwood, Parejo (Rowlands 60), Blackstock, Ramage, Connolly, Cook, Ephraim (Agyemang 59).
Subs Not Used: Camp, Gorkss, Balanta.
Booked: Leigertwood, Delaney.
Goals: Blackstock 1, Stewart 63, Blackstock 77, Agyemang 90.
Southampton: Davis, Wotton, Surman, Holmes (Dyer 23), McGoldrick, Schneiderlin (Pekhart 69), Lallana, Gillett, James, Lancashire, Cork.
Subs Not Used: Bialkowski, Perry, John.
Sent Off: Lancashire (30).
Booked: Schneiderlin, Dyer.
Goals: Lallana 53.
Att: 13,770
Ref: Kevin Friend (Leicestershire).

Nessun commento: