Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

martedì 3 novembre 2009

QPR-Crystal Palace 1-1: Speroni rallenta i Rangers. Ambrose risponde a Buzsaky

Il rientro nella top six dei Rangers è frutto di un botta e risposta dal dischetto dei sedici metri fra Buzsaky (19') e Ambrose (62'). Ma per i padroni di Loftus Road il senso di occasione perduta per le opportunità sprecate è davvero alto. Il migliore in campo è Julian Speroni, estremo difensore in diverse occasioni decisivo nel limitare i danni delle Eagles.

In casa dei Rangers, dopo il passo falso contro il Leicester, c'è una voglia matta di rifarsi. Il recupero del derby con il Crystal Palace sembra cadere a puntino per dimostrare che i ragazzi di Magilton hanno le carte in regola per restare a lungo nei piani alti della classifica. L'inizio del match è ad appannaggio dei padroni di casa. Già al 3' Routledge controlla superbamente un pallone prima di chiamare in causa Speroni. La spinta è costante e al 16' Leigertwood prova un destro che sibila a lato. Neppure il tempo di spegnersi l'eco dell'occasione sfumata che Butterfield commette un ingenuo fallo da rigore sul rapido Taarabat. Dal dischetto il destro di Buzsaky è di quelli che non perdonano: 1-0 al 19'. La fase centrale è povera di conclusioni in porta, ma dalla mezz'ora in poi il Palace guadagna fiducia e yards. La carica viene suonata da John la cui ricerca del pareggio trova solo un palo sul quale imprecare. Al 32' l'ex-Hall è bravo a chiudere su tentativi di Ambrose e N'Diaye. La pressione degli Eagles ora è buona e al 39' è Cerny a dover intervenire su Ertl. Al 43' ancora Ambrose si mette in evidenza dal limite dell'area: l'idea è buona, la precisione meno. E i Rangers? Prima dell'intervallo si divorano il 2-0 con Routledge a tu per tu con Speroni che poco dopo si dimostra altrettanto sveglio a disinnescare un'iniziativa di Simpson.

Inizio ripresa con Sears al posto di N'Diaye nelle fila ospiti disposti in un rigido 4-4-2. Al 49' Danns ci prova di destro nei sedici metri. La replica, a stretto giro di posta, è affidata a Faurlin, Speroni salva. Nessun calo di concentrazione da ambo le parti. Ma proprio quando i Rangers danno la sensazione di aver preso le misure, al 62' accadere l'imprevedibile: Hall nella sua area di rigore è falloso su Sears, probabilmente partito in posizione di offside. L'arbitro Russell il penalty stavolta lo concede agli ospiti. A trasformarlo è Ambrose al nono centro in stagione, terzo consecutivo. Mentre al 66' Neil Warnock toglie John per Lee, a cercare di riportare su i Queens Park Rangers è Taarabt con un paio di tiri dalla lunga distanza. Al 70' è però il neo-entrato irlandese a impegnare Cerny. In vista del forcing finale Magilton sostituisce Taarabt e Simpson con Agyemang e Vine. Intorno al 78' gli R's imbastiscono un piccolo assedio davanti alla porta ospite: Buzsaky ci prova su punizione, Speroni è perfetto nel rifugiarsi in un angolo a seguito del quale Watson di testa spreca da pochi metri. Poi Ephraim rileva l'ungherese. La pressione degli Hoops ora è asfissiante. All'86' Vine, con un sinistro al volo da venti metri, costringe ancora una volta all’impresa l'estremo difensore argentino eccellente nel metterci una pezza. Prima dello scadere Hills entra al posto di Danns, ed è proprio suo l'ultimo acuto della sfida quando, in pieno recupero, ci prova in mezzo all'area.

TABELLINO:
QPR: Cerny, Hall, Leigertwood, Routledge, Buzsaky (Ephraim 78), Gorkss, Watson, Faurlin, Simpson (Vine 74), Borrowdale, Taarabt (Agyemang 74).
Subs not used: Heaton, Ramage, Alberti, Ainsworth.
Goals: Buzsaky (pen 18).
Bookings: Routledge (32).
Crystal Palace: Speroni, Hill, Derry, Fonte, Ambrose, Danns (Hills 84), John (Lee 67), Butterfield, Ertl, Davis, N'Diaye (Sears 46).
Subs not used: Clyne, Carle, Moses, Scannell.
Goals: Ambrose (pen 62).
Bookings: Davis (78).

Nessun commento: