Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 22 novembre 2009

Promossi & Bocciati di Sampdoria-Chievo VR 2-1: Cassano è tornato il Pibe, per Luciano gara da dimenticare

Le pagelle dei migliori e dei peggiori protagonisti di Sampdoria-Chievo Verona 2-1 decisa dalle reti di Poli (19') e Pazzini (65'). Inutile il goal della bandiera di Mantovani a dieci minuti dalla fine. Prima dell'intervallo l'incerto arbitro Russo di Nola annulla ingiustamente per fuorigioco il possibile pari messo a segno da Pellissier. Chievo Verona in dieci dal 43' per l'espulsione di Luciano.

Cassano:
Mentre risponde indirettamente alle non-convocazioni di Lippi fissando le date delle nozze in pieno periodo Mondiale, il barese svolge diligentemente il proprio compito. Suo, dopo un palo esterno, l’assist per il 2-0 realizzato dal Pazzo. Per non peggiorare la sua fedina di diffidato si tiene sempre lontanissimo dal direttore di gara. Saggio. Voto 6.5.

Palombo: Solito metronomo, deciso anche in fase di interdizione e al momento di tenere unita la squadra per novanta minuti. Voto 7.

Poli: Al 19', con l'involontaria complicità di Marco Rossi , sblocca una partita impantanata da un inizio contratto. Primo goal della migliore sorpresa blucerchiata della stagione. Voto 6.5.

Pazzini: Anche giocando a tratti si fa trovare puntuale all'appuntamento giusto. L’ottavo centro lo incorona come il calciatore più decisivo del campionato: 13 dei 24 punti attualmente nel carniere della Samp sono merito delle sue reti. Voto 6.

Sorrentino: L’estremo difensore è il migliore degli ospiti tenendo accese speranze di rimonta. Voto 7.

Mantovani: Lottatore ma troppo spesso costretto in affanno sulle incursioni doriane, si prende la rivincita siglando la rete della bandiera veneta. Comunque positivo. Voto 6.

Abbruscato: Al suo esordio da titolare tra i mussi volanti, fa a sportellate senza mai trovare il pertugio per bucare l'attento Castellazzi (Voto 6). Al 58' viene sostituito da Bogdani. Voto 5.

Pellissier: Con il passare dei minuti la distanza fra lui e il resto della squadra si dilata a dismisura. Si dedica a lunghe fughe cercando di eludere ogni volta almeno un paio di difensori. Prima dell'intervallo l'incerto arbitro Russo di Nola (Voto 5.5) gli annulla un goal valido. Sfortunato. Voto 5.5.

Luciano: Il brasiliano rimedia due cartellini gialli nello spazio di diciannove minuti per falli sciocchissimi. Lascia i suoi in inferiorità numerica con più di metà gara da giocare in salita. Deleterio anche in fase propositiva. Voto 4.

Del Neri: Il primo successo contro il suo ex Chievo è frutto di un'attenta organizzazione di gioco a centrocampo e di un pizzico di fortuna. Merita gli applausi dei suoi nuovi tifosi. Voto 6.

Di Carlo: Parte bene ma, trovatosi in svantaggio, fatica a raccapezzarsi. Clamorosa l’ostinazione a tenere in campo Luciano, la cui prematura espulsione l’avrebbe pronosticata anche il più distratto dei presenti. Vani i correttivi a metà ripresa. Voto 5.

[Articolo per Goal.com del 22 novembre 2009]

Nessun commento: