Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

lunedì 18 ottobre 2010

Ottovolante

vrooooommm…! vvvrrrrroooooooom…!! nuove salite. ignote discese. altri giri della morte non richiesti. aggrappato con saldezza a questo scheletrico ottovolante da pochi spiccioli che invariabilmente riporta al punto di partenza. adagiato e sballottato su un’essenziale poltrona di ferro che inchioda a sè istanti e abbagli. vvvrooooooom…!!! tutti legati in fila indiana. chi a fissar la terra, chi ad anelar le stelle. ciascuno con l’aria negli occhi per illudersi d’esser libero. schiene ricurve o pressate a tener vivi sopiti sensi di sicurezza. ciao. scusa ma mi sono perso. tra un giro e l’altro ho capito che non è questo il mio posto. tra un giro e l’altro ho capito che preferirei una qualunque delle mille panchine trovate e lasciate a se stesse. vvrrroooooom…!!!! vvvvrrrrrroooooommm…!!!!! nessuna preoccupazione, eh? solo quel tarloso desiderio di volare insito nell’anima dell’angelo caduto. nessuna preoccupazione, cara. solo necessità di respirare con estrema lentezza quel pane dell’essere chiamato solitudine. non fingere la vanità di capirmi ma baciami nel vuoto e baciami ora. che le mie labbra sono riarse dal gelo e vorrebbero essere altrove. non pensavo di salire su quest’ottovolante che stride e trema come esangue animale ferito. non pensavo che potesse esistere proprio così. vvvvrrrrrroooooooooommmm…!!!!!! grazie di tutto. ora scendo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

8 commenti:

Rosa ha detto...

Ciao claudio, va abbastanza bene un dente in meno ma ne ho altri 32:)bella questa scorribanda di emozioni, sempre bello leggerti grazie, non mi lamento ho le mie seguge fedeli, mi hanno chiesto di mettere un post su zichichi a proposito della scienza che non esclude l'esistenza di dio, posso chiederti cosa ne pensi? Senza fretta...ciao grazie a presto rosa Smack

Claudio ha detto...

Ciao Rosa. Credo che scienza e religione possano avere punti in comune pur, paradossalmente, sembrare distanti l’un l’altra. Questo, ovviamente, se si intende l’entità “Dio” in maniera più estesa di quanto definito, ad esempio, dalla religione cattolica. Il mio odierno punto di vista sulla questione è vicino alla teoria della Matrix Divina di Gregg Braden (la conosci?) che non a quello della Chiesa che, in quanto industria più florida del mondo, sinceramente aborro. Su argomenti di questo livello l’individuale ricerca interiore è in costante evoluzione, è amaro però pensare chela soluzione dell’enigma verrà (forse) rivelata soltanto al momento dell’ultimo respiro. Quando, cioè, il suo significato a noi non servirà più per migliorare la nostra attuale condizione. Un abbraccio e buona giornata. Claudio

Rosa ha detto...

Ciao grazie per la tua opinione, non la conoscevo la teoria della Matrix Divina di Bregg braden , ma tra pochi minuti la conoscero' e ti diro' cosa ne penso grazie, buona serata rosa

Rosa ha detto...

Ciao Claudio grazie ho letto e ho visto l'intervista che ha fatto su you tube, e' una teoria molto interessante ben documentata scientificamente e con esempi,anche quando parla dei poli magnetici e dei cambiamenti che ci saranno, un po' inquietantino, ma interessante, ciao grazie mille, buona serata:)

Claudio ha detto...

Ciao Rosa, la Matrix Divina può essere uno dei punti di partenza per cercare di capire la Vita (in tutte le sue accezioni) attraverso altre prospettive. Questa teoria, come in fondo qualsiasi altra, è impossibile da giudicare al 100%. E' però quantomeno utile ad aprire la mente in maniera diversa. Ovviamente questa è la mia personalissima opinione. Buona giornata :)

Rosa ha detto...

Ciao Claudio grazie, appunto avendo alternative si conoscono e si apre la mente a nuove frontiere...ciao grazie buon poeriggio rosa

Enzo ha detto...

Carissimo Claudio, io non amo volare, e in tutti i sensi. Sicuramente sto meglio a terra, ma a volte ho la sensazione di esservi portato di peso, sulla giostra. A me, le panchine piacciono di più...

Claudio ha detto...

Quanto ti capisco, Enzo! :)