Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 2 novembre 2008

Sampdoria-Torino 1-0: I granata recriminano, i blucerchiati vincono

Decide una magia di Bellucci dopo un goal ingiustamente annullato ad Amoruso.
Una pennellata in mischia di Bellucci all’84’ tinge di blucerchiato una sfida dallo spettacolo modesto. Buona gara del Toro che colpisce un palo e a cui Ayroldi annulla un gol valido segnato da Amoruso.


In campo -
Nella Samp confermato il trio difensivo Lucchini-Gastaldello-Accardi. A centrocampo Padalino viene preferito a Stankevicius. Davanti Bellucci torna titolare al fianco di Cassano. Torino orfano di Abate e di Pratali che non riesce a smaltire la contrattura rimediata mercoledì sera. Diana viene schierato esterno difensivo con Colombo libero di avanzare a ridosso delle punte Stellone e Amoruso.


Si gioca –
Poche idee e risultato deciso dagli episodi. Stavolta tutti a favore di una Sampdoria brava soprattutto a crederci fino in fondo. I padroni di casa consumano la prima frazione cercando invano soluzioni per Bellucci e Cassano ma rischiano nelle ripartenze granata. Il Toro è però incapace di sfruttare tre contropiedi promettenti. Un po’ per la bravura di Castellazzi, che si oppone con decisione su Amoruso e Stellone, di più per l’imprecisione dei suoi attaccanti. Nella ripresa gli ospiti partono coraggiosamente. Resistono sul primo tiro in porta di della Samp, punizione di Bellucci respinta dal portiere al 56’, e si vedono incredibilmente annullare una rete di Amoruso che, dopo aver colto un palo di testa, devia nel sacco un rinvio di Pieri. Nella seconda parte del tempo Cassano offre qualche lampo dei suoi. Dopo che al 69’ Dessena prima e al 73’ Padalino difettano di mira l’ex-piacentino si trasforma in assistman mettendo in mezzo all’area un pallone che Bellucci addomestica di tacco destro mandandolo nell’angolino destro dell’incolpevole Calderoni. Labile la reazione ospite. Natali al 36’ e Sammarco e Lucchini, ad inizio ripresa, hanno dovuto abbandonare il campo per problemi muscolari.


La chiave –
Può la sorte essere la chiave di volta di una partita di calcio? Può esserlo. Specialmente quando in campo gli equilibri si bilanciano nonostante una delle due parti possa vantare un fuoriclasse assoluto come Cassano, oggi non proprio al massimo. Alla fine la Samp conclude a rete con il contagocce ma trova uno splendido gol vincente, il Toro controbatte con i pochi mezzi a sua disposizione ma viene fermato da un palo e da una decisione arbitrale ingiusta.


La chicca –
Mancano sei minuti al novantesimo quando Palladino scaglia una palla disperata in mezzo all’area avversaria, l’invito viene raccolto da Bellucci che, con un delizioso tacco destro in mischia, la infila in buca. E’ la cosa esteticamente più bella in un pomeriggio di chiaroscuri.


Top & Flop –
Certe volte una manciata di lampi possono bastare a costruire un sorriso che dura una settimana. La coppia Cassano-Bellucci possiede l’estro che fa la differenza anche quando non è al massimo. Non altrettanto si può dire della coppia Ayroldi (arbitro) e Chiocchi (assistente di linea) entrambi hanno l’abbaglio di una posizione in fuorigioco decisiva per annullare un gol di Amoruso. L’errore che condiziona pesantemente l’incontro. Inspiegabile la decisione di De Biasi di tenere Rosina ad assorbire l’umidità del prato genovese inchiodato alla panchina.


TABELLINO:

SAMPDORIA-TORINO 1-0 (primo tempo 0-0).
MARCATORI: 84’ Bellucci (S).

SAMPDORIA (3-5-2): Castellazzi 6.5, Lucchini 6 (dal 52’ Bottinelli 6), Gastaldello 6.5, Accardi 6, Padalino 6.5, Delvecchio 6 (dal 71‘ Ziegler sv), Sammarco 6 (dal 48‘ Dessena 6), Franceschini 6, Pieri 6, Bellucci 7, Cassano 6.5. (Mirante, Fornaroli, Stankevicius). All. Mazzarri 5.5.

TORINO (4-4-2): Calderoni 6, Colombo 6.5 (dal 74‘ Zanetti sv), Di Loreto 7, Natali 6 (dal 36‘ Ogbonna 6), Pisano 6, Diana 6, Dzemail 6, Barone 6 (dall‘83‘ Saunel sv), Rubin 6.5, Stellone 5.5, Amoruso 6.5. (Fontana, Abbruscato, Rosina, Bianchi). All. De Biasi 5.

ARBITRO: Ayroldi di Molfetta 5.

AMMONITI: Di Loreto (T), Barone (T), Accardi (S), Ogbonna (T) per gioco scorretto.

RECUPERI: 3' p.t.; 3' s.t.

[Articolo per Goal.com de 2 novembre 2008]

Nessun commento: