Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

mercoledì 26 novembre 2008

QPR, Blackstock tiene a galla gli Hoops

QPR-Charlton Athletic 2-1: Mentre l’islandese Heidar Helguson decide di passare in prestito al QPR, una doppietta di Blackstock consente ai Rangers di restare nella scia dei play-off.

La gara, arrivata in giorni assai convulsi per entrambi i club londinesi, alla fine ha premiato chi ha saputo ragionare più a mente fredda. La rete del vantaggio, giunta al 17’ dopo un tap-in del numero nove su ispirazione di Tommasi, viene pareggiata alla mezz’ora da Racon, lesto ad approfittare dei distratti Stewart e Gorkss innanzi ad un cross di Bouazza. Phil Parkinson, caretaker manager degli Addicks dopo il divorzio con Alan Pardew, non riesce proprio a venire a capo di una matassa che con il passare dei minuti va ingarbugliandosi sempre più. Merito anche dei padroni di casa che stavolta riescono a nascondere le loro pecche gettando in campo la voglia di vincere. La stessa che, davanti a telecamere e taccuini, spingerà Paulo Sousa a dichiarare di essere “profondamente orgoglioso" dei propri ragazzi.

Il colpo decisivo sembra poter posarsi sulla testa di Hudson al 77’, ma la mira è scadente. Neppure il tempo di rammaricarsi dell’occasione fallita che i rimorsi si fanno disperazione. E’ infatti il 79’ quando nell’aria scocca l’attimo fatale al Charlton. Per il QPR sul prato già corrono Agyemang, Mahon e Ledesma al posto di Di Carmine, Tommasi e Parejo, è però sempre Blackstock - al nono centro stagionale - a trovare l’incornata vincente servito da Ephraim. Il novantesimo arriva fra un tentativo di Agyemang e un tiro-cross di Gillespie che scaldano i muscoli dei due portieri. Alla fine, con i tifosi di Loftus Road a lasciare il tempio in un vociare misto tra voglia di volare e mugugni per le rivoluzioni interne alla società, a contare più di tutti sono i tre pesantissimi punti messi in carniere. La stessa quantità che il Charlton è riuscito a racimolare nelle ultime nove partite.

QPR: Cerny, Delaney, Stewart, Leigertwood, Parejo (Ledesma 73), Blackstock, Gorkss, Ramage, Tommasi (Mahon 61), Di Carmine (Agyemang 46), Ephraim.
Subs: Cole, Oastler.

Scorers: Blackstock (17), (79)

Bookings: Leigertwood (41), Delaney (72).

Charlton Athletic: Weaver, Youga, Hudson, Gray, Gillespie, Racon, Semedo, Cranie (Sam 82), Bouazza, Primus, Waghorn (Varney 62).
Subs: Elliot, Holland, Fortune.

Scorer: Racon (30).

Bookings: Hudson (90)
.
Referee: Mr K P Shroud.
Attendance: 12,286.

2 commenti:

Wally West ha detto...

Ciao!
Non so se l'hai notato, ma su QPRItalia ormai uso i tuoi post in calce a quelli che inserisco io con l'esito delle partite. Citando la 'fonte', ovvio. :)
Spero che la cosa non ti disturbi, nel caso fammi un fischio. :)
Ma Helguson arriva o no?
E della scelta di Sousa che ne dici?
CIAO!

Claudio ha detto...

Grandissimo Wally! Ormai dovresti saperlo che QPRItalia è un punto di riferimento per tutti i tifosi dei Rangers e, quindi, anche mio. Ovvio che ho notato l'inserimento dei miei commenti post-partita. Fai pure.
Riguardo ad Helguson a me risulta che sia già nostro. Ma, visti i chiari di luna che ultimamente ci sono in società, non si sa mai. L'arrivo di Sousa non mi ha fatto impazzire di gioia...
A presto.