Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

sabato 4 aprile 2009

QPR-Crystal Palace 0-0: Le speranze svaniscono su un tiepido pari. Sousa espulso per proteste

Finisce 0-0, come all’andata. Risultato di un derby bruttino senza grossi spunti di cronaca. Nel recupero della prima frazione una vivace protesta di Paulo Sousa, per fallo del rientrante Davis sul tartassato Di Carmine, non va giù a mr. Mathieson: ammonizione per il giamaicano ed espulsione per il tecnico portoghese.

Dopo un primo tempo avaro di emozioni è la ripresa a dare un senso al pomeriggio degli oltre 15000 appassionati di football presenti a Loftus Road. Ad incendiare le polveri è un tentativo di Moses al 46’ su cui Cerny si salva in angolo. Tre minuti dopo è Routledge a provarci senza alcuna fortuna. Ma per vedere la palla più splendente del match occorre aspettare il 57’, Taarabt gode prima del previsto si fa ipnotizzare da Speroni e calcia alto. Il marocchino giochicchia sino al 73’ quando lascia il posto a Vine, tornato in campo ad un anno dall’intervento chirurgico. Sono proprio gli sviluppi di un cross dello striker a diventare elemento di protesta nei minuti finali: la palla filtra in area ospite e viene intercettata con la mano da un giocatore degli Eagles. L’arbitro non se ne avvede e le proteste degli Hoops restano fine a se stesse. Un po’ come questa partita che, al di là del risultato, rappresenta un passo indietro rispetto a quanto mostrato dai Rangers nelle vittorie contro Swansea e Bristol City. La squadra di Paulo Sousa, pur tenendo generosamente il campo, è mancata al momento di imprimere una sterzata all’incontro lasciando la sgradevole sensazione di un club che l’obiettivo dei playoff continua a tenerlo vivo più con dichiarazioni di facciata che con i fatti.

TABELLINO:
QPR: Cerny, Gorkss, Delaney, Ramage, Connolly, Leigertwood, Routledge, Miller (Cook 46), Ephraim, Taarabt (Vine 73), Di Carmine (Balanta 85).
Subs Not Used: Stewart, Alberti.
Crystal Palace: Speroni, Lawrence, Davis, Clyne, Hill (Jose Fonte 40), Danns, Derry, Carle, Moses, Kuqi (Scowcroft 83), Stokes (Ifill 79).
Subs Not Used: Hills, Rui Fonte.
Booked: Hill, Davis, Lawrence, Moses.
Att: 15,234.
Ref: Scott Mathieson (Cheshire).

5 commenti:

Wally West ha detto...

Che ne pensi in merito alla cessione di Blackstock e a Sousa che dice 'nulla saccio'? :)
Io ne ho scritto qui: http://qpritalia.splinder.com/post/20258172/Sousa%3A+%22Non+ho+deciso+io+la+ce
Tu che dici?

Claudio ha detto...

Wally, complimenti per la disamina che hai proposto nel link allegato.
La cosa che mi lascia sconcertato dalla gestione Sousa è proprio la sua mancanza di autocritica, il suo scrollarsi di dosso le responsabilità delle scelte più importanti dando fiato a illusioni senza suffragarle da fatti. Un tecnico ha il dovere di seguire i voleri della propria società ma anche di rispettare l’intelligenza dei tifosi. La mia sensazione è che ciò non stia accadendo. E ne sono meravigliato. Soprattutto perché Paulo ha eccellenti esperienze da calciatore e (chi lo ha conosciuto) me lo ha descritto come una persona corretta. Che il suo arrivo al QPR sia stato imposto da qualcuno mi pare evidente. Che non tutti nel club ne siano stati felici, altrettanto. Il caso-Blackstock, come altri (Ledesma, Parejo…), conferma che le scelte vengono prese da più persone. E, forse, che non tutte mirano allo stesso obiettivo. A mio modestissimo avviso l’errore del portoghese è quello di prestare il fianco a giochi più grossi di lui in cambio di una panchina che - in Championship - gli garantisce la stessa visibilità di una qualsiasi della Premiership. Forse neppure lui immaginava di trovarsi in questa situazione. Ma questo (forse) può saperlo solo Benedetta :). Ciò non toglie che gettare al vento una stagione come questa è davvero un peccato.

Wally West ha detto...

Adesso è stato 'dimissionato' il suo vice (e da lui nessun commento)...
Brutto segno.
La stampa inglese è scatenata. Oltremanica non si discute *SE* sarà esonerato, ma *QUANDO* (subito o a fine stagione)...
Intanto Vine si lamenta pubblicamente della cessione di Blackstock, Paladini s'incazza per le dichiarazioni di Sousa (che continua tra l'altro a parlare di Play-Off mentre Delaney li da per persi)...
Di sicuro adesso c'è parecchio caos in società...
:(

Wally West ha detto...

SOUSA ESONERATO!

Queens Park Rangers Football Club has today (Thursday) had to terminate Paulo De Sousa's employment with the Club with immediate effect.
It came to the Club's attention that Mr De Sousa had, without authority, divulged highly confidential and sensitive information. The Club, with legal advice, responded in this way to protect its position.
Player / Coach Gareth Ainsworth will take Caretaker charge on a temporary basis, from now until the end of the season.
The Club will be making no further comment.

(Quali segreti avrà rivelato? E a chi? Mica sarà per la storia di Blackstock, eh? Mi par deboluccia come motivazione...)

Claudio ha detto...

Il licenziamento di Paulo Sousa è il triste epilogo di una storia iniziata male e continuata peggio. Peccato che in mezzo vi fosse il QPR...

Personalmente faccio i miei più sinceri auguri al tecnico portoghese.