Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 22 marzo 2009

Genoa-Udinese 2-0: A Marassi risuona la marcia Champions! Ma che fatica...

Rossoblu alla seconda vittoria consecutiva. Buona prova dell'Udinese che chiude in dieci per l'espulsione di Sanchez a metà ripresa.

Grazie alle reti di Sculli e Milito il Genoa batte 2-0 l'Udinese dopo una prestazione altalenante. Soprattutto nel primo tempo i padroni di casa hanno dato l'impressione di giocare zavorrati dalla responsabilità di mantenere un passo spedito verso un posto in Champions. l'Udinese, in dieci dal 27' della ripresa per l'espulsione di Sanchez, ha offerto una prova gagliarda non parendo risentire della recente trasferta russa.

Si gioca – Le prime scaramucce sono conclusioni a lato di Sculli e Floro Flores. Dopo 5' Handanovic si procura un infortunio muscolare e deve lasciare il campo a Koprivec costretto a mettersi in evidenza già al 7' per alzare sulla traversa un forte tiro di Bocchetti, sugli sviluppi di una punizione dal limite. L'Udinese è viva e all'11' Sanchez chiama Rubinho all'intervento in tuffo. Il Grifone appare contratto. Merito anche dei friulani in moto perpetuo al momento di costruire e saldamente reattivi quando occorre difendersi.

La ripresa comincia con un'uscita di Rubinho a sventare un insidioso cross d'angolo di D'Agostino. Occasione seguita da quella propiziatasi da Pasquale che non è fortunato in diagonale. Al 6' Olivera rileva Rossi. Un manciata di secondi dopo Sculli pecca di egoismo e, invece di servire tre compagni liberi a centro area, calcia addosso al portiere. Al 14' Palladino fugge sulla sinistra e crossa al centro per Sculli che, di testa, scavalca Koprivec e manda la sfera nel sacco. Poi Gasperini lo sostituisce con Sokratis. Marino inserisce Quagliarella per Zimling per dare ulteriore spinta. Ma al 27' Sanchez reclama in maniera troppo colorita un fallo e Ayroldi lo espelle. Nel finale c'è spazio anche per Di Natale, dentro al posto di Isla. Al 36' Olivera prova la conclusione dal limite, fuori sulla destra. Nonostante l'uomo in meno l'Udinese gioca bene. Tuttavia, nell'ultimo dei quattro minuti di recupero, Palladino torna ad essere protagonista suggerendo ancora alla perfezione per Milito che sigla il definitivo 2-0.

La chiave – Anche oggi il Genoa è letale nella ripresa. Non è un caso che 31 delle sue 39 reti segnate in campionato siano giunte nel secondo tempo. Stavolta a fare la differenza è stato soprattutto il coraggio di Gian Piero Gasperini che ha affrontato il ritorno dagli spogliatoi con 4 punte per poi gestire saggiamente il risultato dopo l'1-0.

La chicca – Quando al 14' e al 48' della ripresa Palladino accende i motori per affondare sulla sinistra e crossare in mezzo, è palpabile la sensazione che possa scaturire qualcosa di importante. La conferma la danno Sculli e Milito segnando due preziosissime reti.

Top&Flop – Palladino cresce con il passare dei minuti. Nella ripresa è una spina nel fianco destro friulano. Serve a Sculli il pallone del vantaggio e a Milito quello del raddoppio.
Sanchez conferma di essere tornato quello di inizio stagione. Crea spazi e palle gol in buon numero. Potrebbe fare la differenza se solo la testa calda non lo tradisse: proteste esagerate ed evitabili che gli costano un cartellino rosso sacrosanto.

TABELLINO:

GENOA-UDINESE 2-0 (primo tempo 0-0)

MARCATORI: 14' st Sculli, 45+3' st. Milito.
GENOA (3-4-3): Rubinho 6.5; Biava 6.5, Ferrari 7, Bocchetti 7; Rossi 6.5 (dal 6' st Olivera 6.5), Milanetto 6.5 (dal 46' st Modesto sv), Juric 6, Criscito 6; Sculli 7 (dal 21' st Sokratis 6), Milito 6, Palladino 7.5. (Lamanna, Terigi, Costantini, Ferraro). All. Gasperini 7.
UDINESE (4-3-3): Handanovic sv (dal 5' pt Koprivec 6), Zapata 5.5; Domizzi 6, Felipe 6.5, Pasquale 7; Asamoah 6, D'Agostino 6.5, Zimling 6.5 (dal 21' st Quagliarella 6); Isla 6 (dal 35' Di Natale sv), Floro Flores 6.5, Sanchez 5. (Sala, Obodo, Inler, Pepe). All. Marino 7.
ARBITRO: Ayroldi di Molfetta 7.
ESPULSO: Dal 27' st Sanchez (U).
AMMONITI: Felipe (U), D'Agostino (U), Rossi (G), Domizzi (U), Bocchetti (G), Zapata (U).
RECUPERI: 3' p.t.; 4' s.t.

[Articolo per Goal.com del 22 marzo 2009]

Nessun commento: