Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

mercoledì 22 ottobre 2008

QPR, un punto e poco più. Paura per De Vries

Swansea City-QPR 0-0: Finisce a reti bianche e con la preoccupazione per le condizioni di Dorus De Vries, uscito al 26’ dopo aver perso conoscenza a seguito di un durissimo scontro con capitan Rowlads. Il portiere olandese si è procurato la frattura della mascella e il suo posto tra i pali, vista l’assenza di un portiere di riserva, è stato preso dal difensore Tate. Nonostante tutto i Rangers non sono riusciti ad impensierirlo neppure una volta. La squadra gallese, finora imbattuta al Liberty Stadium, ha condotto una buona gara al punto da meritare un risultato ben più favorevole negatogli soltanto dalla sfortuna. Emblematica l’occasionissima capitata al 93’ sul destro di Rangel, lo spagnolo calcia a colpo sicuro verso Cerny ma incredibilmente non trova lo specchio della porta. Alla fine anche il bilancio dei corner è impietoso: 19-1 per gli Swans! Il QPR, il cui andamento appare assai altalenante, in questa trasferta hanno evidenziato una pericolosa involuzione, nessun tiro a rete e gravi limiti sul piano della personalità e dei nervi. Alla fine i giocatori ospiti ammoniti da Bates sono stati addirittura 6 mentre nessun avversario è stato raggiunto da provvedimenti analoghi. Indice puntato Iain Dowie che anche in questa circostanza ha colpevolmente inserito Ledesma tra le riserve gettandolo nella mischia solo al 65’. Ma non è stato l’unico errore del tecnico, anche in questa circostanza palesemente incapace di leggere la partita e di mettere in campo una squadra che sappia farsi valere lontano da Loftus Road.

TABELLINO:
SWANSEA CITY: De Vries (Tate 27), Williams, Painter, Monk, Rangel, Bodde, Britton, Pratley, Gower, Gomez (Butler 90), Scotland.
SUBS NOT USED: Brandy, Tudur-Jones, Pintado.
QPR: Cerny, Delaney, Stewart, Hall, Ramage (Connolly 80), Mahon, Leigertwood, Rowlands (Parejo 59), Cook (Ledesma 65), Blackstock, Buzsaky.
SUBS NOT USED: Balanta, Cole.
BOOKED: Rowlands, Delaney, Buzsaky, Leigertwood, Stewart, Connolly.
ATT: 13,475.
REF: Tony Bates (Staffordshire).

3 commenti:

Wally West ha detto...

Mi spiace per De Vries, ci mancherebbe, ma come si fa a non fare nemmeno un tiro in porta in 90 minuti?? Con un difensore tra i pali avversari, per giunta! Non dico che bastava tirare da centrocampo per fare gol, ma poco ci manca...
Non ho visto la partita, ma 6 ammoniti su un totale di 10 falli commessi mi sembran comunque troppi. Non è che l'arbitro aveva il cartellino un po troppo facile?
Comunque: RIVOGLIO DE CANIO!!!
(e anche vedere Buzsaky e Ledesma contemporaneamente in campo per 90 minuti consecutivi!)

:)

P.S.: mi son permesso di mettere il tuo commento alla partita in calce al mio post su Swansea-QPR. Spero non ti dispiaccia. ;)

Claudio ha detto...

Credo che la squadra stia patendo la mancanza di chiarezza da parte del tecnico e della società. Limitare Buzsaky e relegare in panchina Ledesma serve solo a sconvolgere determinati equilibri e a bruciare un talento. Persone e risultati vanno giudicati in base agli obiettivi prefissati. Dowie ha il compito di riportare il QPR verso la promozione, non di farlo vivacchiare. Forse occorre che qualcuno molto più in alto di noi glielo ribadisca a chiare lettere. Sbaglio? :)

P.S.: E' sempre un onore essere citati da QPRItalia... :D

Wally West ha detto...

Sono d'accordo. Ma bisognerebbe che 'chi di dovere' si dedicasse un minimo all'aspetto tecnico della squadra, oltre a pensare allo stadio, alle sponsorizzazioni e a nuovi nomi da dare alla squadra (brrrr!)


P.s.: grazie. :)