Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 7 febbraio 2010

Promossi & Bocciati di Genoa-Chievo Verona 1-0: Rossi TUTTOFARE, Pellissier è una spina nel fianco

Questi sono i protagonisti principali di Genoa-Chievo Verona 1-0 decisa da una rete di Marco Rossi al 64'. Traversa di Milanetto al 76'. Gara poco spettacolare ma intensa sino all'ultimo grazie alla capacità di entrambe le squadre di non arrendersi mai.

Rossi: Fa il centrocampista, il difensore aggiunto a supporto di Sokratis e anche il bomber. Il suo apporto serve anche nascondere le amnesie di alcuni suoi compagni. Voto 7.5.

Milanetto: Non è un caso che, nel corso della gara, il Genoa cresca contemporanemente alla sua prestazione. Suggeritore di quasi ogni manovra rossoblù solo la traversa può fermarlo al momento di concedersi la gioia dell'acuto personale. Voto 7.

Amelia: Nel primo tempo, con i suoi compagni presi in velocità dal ritmo clivense, riesce a mettere due pezze che potrebbero mutare i destini del match. Voto 7.

Dainelli: Dopo anni di corte sfrenata il Genoa è riuscito a prenderlo solo in questa sessione di gennaio. A vederlo giocare si capisce quanto è mancato un elemento del suo valore nella prima parte del campionato. Non è un caso che l'inviolabilità della porta rossoblù ora abbia raggiunto la bellezza di 363'. Voto 7.

Sokratis: Preziosi e Gasperini hanno deciso di puntare forte su di lui. Il greco risponde giocando una delle sue migliori partite in rossoblù: diagonali e disimpegni di spessore. Voto 7.

Mandelli: Dopo 10' compie un salvataggio a portiere battuto che ha lo stesso peso specifico di un goal. Poi lotta come un leone sino alla fine. Bravo. Voto 7.

Pellissier: Solito carattere, solita capacità di giocare negli spazi. E' pungente come una freccia Apache. La strada si fa in salita quando i suggerimenti scarseggiano e la retroguardia genoana si chiude a doppia mandata. Voto 6.5.

Juric: Meno efficace del solito, non dà l'apporto sperato. Viene sostituito dopo un'ora dal giovane Fatic. Anche i gladiatori a volte hanno bisogno di prendere fiato. Voto 6.

Bogdani: Di Carlo lo schiera dal primo minuto preferendolo ad Abbruscato. Lui parte bene per poi lentamente diminuire il proprio apporto. Voto 5.5.

[Articolo per Goal.com del 7 febbraio 2010]

Nessun commento: