Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 7 febbraio 2010

Genoa-Chievo Verona 1-0: Il Grifone torna a far capolino LASSU'...

Un destro di Marco Rossi dopo 64' consente al Genoa di superare un Chievo Verona ben organizzato e mai domo. Gara poco spettacolare ma comunque sempre vibrante, specialmente quando nel secondo tempo i padroni di casa decidono di osare di più. Traversa di Milanetto alla mezz'ora della ripresa. Con questi 3 importantissimi punti i rossoblù agguantano in classifica la Juventus.

In campo – 3-4-3 per Gasperini costretto a rinunciare allo squalificato Criscito, Dentro Sokratis sulla destra del trio difensivo, centrocampo d'esperienza nel quale spiccano Milanetto in regia e Rossi esterno a svolgere gran lavoro anche in fase di copertura. Acquafresca parte dall'inizio sostenuto ai lati da Sculli e Palacio.
4-3-1-2 per Di Carlo che non presenta sorprese dell'ultima ora nel quartetto difensivo. Reparto centrale di sostanza con Rigoni supportato da Luciano e Marcolini. Pinzi trait-d'union fra la coppia offensiva Pellissier e Bogdani con l'albanese vincitore del ballottaggio con Abbruscato.

Si gioca – Al 10' Sculli serve Acquafresca che calcia in diagonale destro eludendo Sorrentino, Mandelli recupera sulla linea. La replica non si fa attendere, Amelia è bravo ad opporsi al tiro in velocità di Luciano. Al 27' è sempre il portiere a finire sotto i riflettori respingendo con il corpo un rasoterra di Pellissier. Come da copione è il Genoa ad essere maggiormente propositivo offrendo un'azione insistita spesso però sbriciolata dall'arcigna tattica contenitiva clivense. Quando l'occasione arriva, 34', Mesto calcia sul fondo in mischia.

Ripresa con gli stessi ventidue e con Dainelli che, dopo un minuto, incorna tra le braccia del portiere. Gasperini sostituisce Juric per Fatic. I Grifoni proseguono il lavoro ai fianchi e pervengono al vantaggio al 64' con una girata di destro di Rossi servito da Mesto. Fuori anche Palacio sostituito da Bocchetti e, dall'altra parte, Bogdani e Rigoni per Abbruscato e Bentivoglio. E' però Pinzi ad avere una ghiotta opportunità dal limite che finisce alle stelle. Le squadre si allungano e al 76' Milanetto ci prova dalla distanza scuotendo la traversa. Nel finale Yepes (85') appoggia di testa sul portiere e un paio di minuti dopo Abbruscato liscia a porta vuota. I padroni di casa non stanno a guardare e sino al triplice fischio si dimostrano altrettanto pericolosi al momento di ripartire.

La chiave – Il Chievo è ben organizzato e contiene le folate rossoblù grazie un ritmo superiore? Per Gasperini non c'è problema: chiama a raccolta i “vecchi” e gli impone fraseggi rasoterra che alla lunga sorprendono spesso gli avversari.

La chicca – Servizio filtrante in area di Mesto per Rossi che gira di destro un dardo velenoso nell'angolino più lontano. E' l'1-0. Ed è anche il gol-partita.

Top & Flop – Marco Rossi in settimana aveva ribadito la sua dichiarazione d'amore eterno ai colori rossoblù. Gli dèi del pallone gli concedono il lusso di sottolinearlo con una rete che potrebbe dare una svolta alla stagione genoana.
Bogdani doveva essere l'arma in più dei clivensi. Alla resa dei conti è stato quello che più è mancato al momento di dare sostanza alle sgroppate offensive dei compagni.

TABELLINO:
GENOA-CHIEVO VERONA 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: 64' Rossi (G).
GENOA (3-4-3): Amelia 7; Sokratis 7, Dainelli 7, Moretti 6.5; Rossi 7.5, Milanetto 7, Juric 6 (dal 60' Fatic 6), Mesto 6.5; Palacio 6 (dal 67' Bocchetti 6), Acquafresca 6, Sculli 6.5 (dal 74' Palladino sv). A disposizione: Scarpi, Tomovic, Zapater, Suazo. All. Gasperini 7.
CHIEVO VERONA (4-3-1-2): Sorrentino 6; Sardo 6.5, Mandelli 7, Yepes 6.5, Mantovani 6; Luciano 6.5, Rigoni 7 (dal 70' Bentivoglio sv), Marcolini 6.5 (dal 75' Ariatti sv); Pinzi 6; Pellissier 6.5, Bogdani 5.5 (dal 68' Abbruscato). A disposizione: Squizzi, Frey, Morero, De Paula. All. Di Carlo 6.5.
ARBITRO: Ciampi di Roma 6.
AMMONITI: Luciano (CV), Marcolini (CV), Sorrentini (CV), Palacio (G), Yepes (CV). Moretti (G).
RECUPERI: 2' p.t.; 5' s.t.

[Articolo per Goal.com del 7 febbraio 2010]

Nessun commento: