Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

sabato 11 settembre 2010

QPR-Middlesbrough 3-0: I Rangers continuano a volare alto!

Grazie ad un inizio di ripresa travolgente i Queens Park Rangers mettono al tappeto un Middlesbrough bravo a tenere il pallone fra i piedi ma incapace di rubare spazi all’attenta retroguardia di casa. Di Helguson, Ephraim e Mackie i goals che decidono una sfida che mantiene i londinesi sulla vetta della Championship.

La bellissima partenza in campionato ha l’effetto di caricare a molla i 14784 paganti di Loftus Road e le centinaia di invitati. Entusiasmo palpabile e tifo come non si vedeva da parecchio tempo. Rangers subito in avanti alla ricerca del bersaglio grosso: sinistro di Taarabt preda di Steele, testa di Hill poco oltre la traversa, e infine Ephraim (due volte) con ancora il portiere sugli scudi. Il Boro cresce in tenuta e, specialmente nella zona nevralgica del campo, la gara si fa molto combattuta. E’ da una di queste ripartenze che la squadra di Strachan riesce ad impensierire Kenny con una frecciata di Kink dai 25 metri. C’è anche Mackie, l’eroe di Derby, a scalpitare nei dintorni dell’area di rigore ospite e a mettersi in evidenza per una conclusione velleitaria intorno alla mezz’ora. La sfida è vivacissima e le yards davanti a Kenny diventano infuocate: Boyd di sinistro e McDonald con una volée di destro fanno scorrere brividi non letali sulla schiena degli Hoops. L’ultimo sussulto prima del thè caldo lo offre Taarabt, tiro dai venti metri che Steele smanaccia da par suo.

La ripresa comincia in maniera esaltante per i QPR che dopo soli 3 minuti guadagnano un rigore per fallo di Robson (ammonito) su Helguson. Dal dischetto il destro dell’islandese è glaciale come la sua Akureyri siglando un vantaggio che ricaccia indietro dalla vetta della classifica Cardiff e Millwall, rispettivamente in vantaggio su Hull e Nottingham Forest. Il goal spinge ancora più in avanti i padroni di casa che, pochi giri di lancetta più tardi, sfiorano il raddoppio ancora con Helguson e Faurlin per poi ottenerlo al 52’ con un tiro ravvicinato di Ephraim che monetizza un assist dalla destra dello scatenato Taarabt. Fuori il fantasma di Kink dentro Hoyte, ma in questa fase il Middlesbrough appare come un pugile suonato. E l’uppercut non si fa attendere. E’ Mackie, al 58’, a spazzare per la terza volta la rete avversaria. I tifosi di casa ora sono letteralmente in delirio! Helguson si aggira nei sedici metri biancorossi come una belva affamata in cerca del poker, ma l'ossessione non è amica della mira. Nuove mosse sullo scacchiere: Lita per Boyd, Ramage e Buzsaky per Orr e Taarabt accompagnati fuori dalla colonna sonora di una standing ovation. Le conclusioni da distanza siderale di O’Neill e Derry intorno al 75’ sono emblemi della frustrazione degli ospiti che, pur tenendo sostanzialmente in parità il possesso della sfera, vengono surclassati dalla forza offensiva dei QPR. Complice anche l’imminente visita all’Ipswich prevista martedì, Warnock sostituisce Mackie con l’attesissimo Smith. Prima del triplice fischio Helguson cerca nuovamente la strada del goal con un’incornata che vola alta mentre Ephraim, quasi perfetto per tutti i novanta minuti, colpisce la traversa con un diagonale dalla sinistra.

TABELLINO:
QPR: Kenny, Orr (69 Ramage), Hill, Gorkss, Connolly, Derry, Taarabt (70 Buzsaky), Faurlin, Ephraim, Helguson, Mackie (80 Smith).
SUBS: Cerny, Leigertwood, Agyemang, Parker.
GOALS: 48 Helguson (pen), 52 Ephraim, 58 Mackie.
MIDDLESBROUGH: Steele, Bates, Wheater, McManus, Bailey, Robson, O'Neil, Tavares, McDonald, Boyd (65 Lita), Kink (55 Hoyte).
SUBS: Coyne, Miller, Halliday, Arca, Smallwood.
BOOKED: Robson.
REFEREE: Russell.
ATTENDANCE: 14,784.

2 commenti:

Wally West ha detto...

"Bentoranto" Claudio! :D

Grandi QPR!!

(iccheè un'Akureyri?)
(un'aspirina islandese?)
^_^

Claudio ha detto...

Grazie per il bentornato! :) Akureyri è il luogo di nascita dell'islandese magico "HH" Helguson. Potenza di Wikipedia, eh? :)
Ieri bellissima prestazione di tutta la squadra. Che dici, iniziamo a sognare qualcosina? ;D