Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

martedì 28 settembre 2010

Queens Park Rangers-Millwall 0-0: I Lions ingabbiano i Rangers

Il derby di Londra tra Queens Park Rangers e Millwall finisce 0-0 e con i tifosi di entrambe le formazioni soddisfatti per quanto visto e ottenuto. Gara tiratissima nella quale i padroni di casa hanno avuto più volte l’opportunità di farla propria. Ospiti attenti e pericolosi in fase di alleggerimento. Nonostante il pareggio casalingo la formazione di Warnock consolida la sua imbattibilità e mantiene a 6 le lunghezze di vantaggio in vetta alla classifica sul Cardiff, anch'esso non andato oltre il nulla di fatto contro il Crystal Palace.

La partita si accende dopo pochi secondi grazie a Helguson che sfiora il vantaggio con un colpo di testa ravvicinatissimo. All’8’ è Buzsaky a far capire a Forde che stasera per lui l’aria di Loftus Road potrebbe essere calda come l’inferno. A tentare di invertire il senso del match pensa subito Barron: volée dai 12 metri che si spegne sul fondo. Il Millwall prova a guadagnare il maggior possesso della palla ma sono i QPR, forti di una migliore organizzazione di gioco, a rendersi comunque più pericolosi con Mackie il cui destro al 36’ è impreciso e, allo scadere del tempo, trova un portiere attento a evitare la capitolazione.
La ripresa continua ad essere intensa ma molto spezzettata dagli interventi dell’arbitro Probert, assai fiscale nel punire quasi ogni contatto un po’ più vigoroso del solito. Al 53’ un corner che Taarabt calcia dalla destra trova la testa di Gorkss a cui non riesce la replica del goal messo a segno sabato scorso contro il Doncaster. Occasione molto simile cinque minuti dopo, stavolta l’incornata è di Hill che alza sulla traversa. La pressione dei Rangers si fa letteralmente asfissiante. Toltisi momentaneamente i panni del suggeritore Taarabt cerca la via della rete con un destro poco fuori dal limite, Forde para. Il gallese Jackett mischia le carte: fuori Barron, dentro Harris che si presenta con un velleitario tiro dai venti metri. Al 72’ però il monologo dei Rangers viene bruscamente interrotto: è Morison, di testa, a impegnare severamente Kenny. Dieci minuti più tardi ancora Lions in area locale con Schofield a spaventare tutti tranne l’estremo difensore avversario. La gara si mantiene vivacissima sino al termine. Prima del triplice fischio Warnock inserisce Leigertwood e Agyemang per Buzsaky ed Ephraim ma le ultime schermaglie, compresa un'occasionissima per Mackie in pieno recupero, non modificano il risultato.

QUEENS PARK RANGERS: Kenny, Hill, Gorkss, Walker, Connolly, Derry, Taarabt, Buzsaky (Leigertwood 85), Mackie, Ephraim (Agyemang 90), Helguson.
BOOKINGS: Helguson.
SUBS: Cerny, Rowlands, T.Smith, Borrowdale, Parker.
MILLWALL: Forde, Dunne, Robinson, Craig, Barron ( Harris 64), Schofield, Hackett, Mkandawire, Ward, Abdou, Morison.
BOOKINGS: Dunne.
SUBS: Mildenhall, Henry, Grimes, J.Smith, Laird, Robinson.
REFEREE: Mr. Probert.
ATTENDANCE: 15,325 (2,490).

2 commenti:

Wally West ha detto...

Non si può vincere sempre. ^_^
Per fortuna nessuno ne ha approfittato.

Claudio ha detto...

Già, Wally! Incontrovertibili pillole di saggezza! :)