Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 24 gennaio 2010

Genoa-Atalanta 2-0: Il Grifone torna a volare, la scia è ALBICELESTE

Il Genoa ritrova la spinta sugli esterni d'attacco e torna ad essere vincente. 2-0 il risultato con il quale i Grifoni si sbarazzano di un'Atalanta volenterosa ma poco solida al momento di reggere gli urti. Gli argentini Palacio (18') e Crespo (42') consentono ai rossoblù di chiudere in vantaggio la prima frazione. Nella seconda gli ospiti si propongono con maggiore pressione ma non riescono a sfondare. E' invece Suazo, a dieci minuti dal termine, a sfiorare il 3-0 con un tiro che viene respinto dal montante e con un paio di contropiede salvati da Coppola.

In campo – Classico 3-4-3 per Gasperini che recupera in extramis Dainelli, sistemato al centro della difesa, e Palacio tornato sulla corsia sinistra per dispensare un po' di fantasia a supporto di un Crespo smanioso di andare a rete. 4-4-1-1 per Mutti che è costretto a lasciare a casa l'infortunato De Ascentis. Capelli e Tiribocchi dentro dal primo minuto con Doni confermatissimo. Acquafresca, che forse domani indosserà la casacca genoana, si accomoda in panca.


Si gioca – Al 18' il Genoa passa per merito di Palacio che anticipa Coppola con un pallonetto magistrale dopo uno strepitoso passaggio in avanti di Zapater. I padroni di casa tengono bene ma dieci minuti dopo Moretti deve fare il supereroe per anticipare Doni (poco prima ammonito per proteste) a due metri dalla linea bianca. Gara agonisticamente accesa con i padroni di casa che giocano principalmente di rimessa e che, al 42' ottengono il raddoppio con un'incornata di Crespo a prendere in controtempo il portiere su assist di Palacio.

Le prime note della ripresa sono la doppia sostituzione Chevanton-Valdes per Zanetti-Capelli al 53'. Gli ospiti provano a sfondare ma la prima volta che ci riescono, al 62',Talamonti spedisce alle stelle. Mutti prova il tutto per tutto inserendo il possibile prossimo genoano Aquafresca per Tiribocchi. Al 67' Amelia è puntuale nell'anticipare Acquafresca su cross di Chevanton. Anche Gasperini dà fondo ai cambi: fuori Milanetto e Crespo, dentro Juric e Suazo. Alla mezz'ora è ancora l'uruguaiano a rendersi pericoloso con un destro che il portiere tramuta in corner. Poi c'è spazio anche per Sculli al posto di Palacio. All'80' Suazo è tanto bravo a girarsi in area quanto sfortunato a mandare la sfera sul palo sinistro. Sempre l'honduregno è protagonista di due contropiede in fase di recupero, entrambe le volte il portiere vince il duello. Prima del triplice fischio Amelia para un diagonale ravvicinato di Acquafresca.

La chiave – Recuperi muscolari a centrocampo seguiti da lanci precisi a scavalcare la linea difensiva orobica affidati principalmente a Milanetto e Zapater. Il tutto con una ragguardevole percentuale di contrasti vinti. E' soprattutto così che i rossoblù tengono calda la temperatura nei 25 metri davanti a Coppola.

La chicca – Il doppio tocco Zapater per Palacio e quello dell'argentino a scavalcare il portiere per mettere la sfera in goal è l'elogio della sinuosità tramutata in football.

Top & Flop – Palacio, nonostante sia reduce da un infortunio piuttosto fastidioso, si presenta in gran spolvero siglando la sua terza marcatura in campionato e propiziando il vantaggio di un Crespo a tratti tornato ad essere Valdanito.
Milanetto è sempre più l'anima del centrocampo rossoblù. Bravo in regia e anche in fase di interdizione.
L'inserimento (tardivo) di Chevanton porta sostanza nelle manovre offensive bergamasche.
Doni è il solito guerriero. Ma se parte delle sue energie usate per protestare le avesse tenute per deliziare gli amanti del calcio sarebbe stato più utile alla causa. Già ammonito, viene graziato un paio di volte da Giannoccaro.
Capelli deve fare i conti con el Trenza e alla fine si trova in rosso.

TABELLINO:
GENOA-ATALANTA 2-0 (primo tempo 2-0)
MARCATORI: 18' Palacio (G), 42' Crespo (G).
GENOA (3-4-3): Amelia 6.5; Biava 6.5, Dainelli 7, Moretti 6.5; Rossi 7, Milanetto 7.5 (dal 70' Juric 6), Zapater 6.5, Criscito 7, Palacio 8 (dal 77' Sculli sv), Crespo 7 (dal 70' Suazo 6), Mesto 6.5. A disposizione: Scarpi, Tomovic, Fatic, Polenta. All.Gasperini 7.
ATALANTA (4-4-1-1): Coppola 5.5; Capelli 5 (dal 53' Valdes 6), Talamonti 5.5, Manfredini 6, Bellini 6; Ferreira Pinto 6.5, Zanetti 6 (dal 53' Chevanton 6.5), Guarente 6, Padoin 6.5; Doni 6.5, Tiribocchi 5.5. (dal 63' Acquafresca 6). A disposizione: Consigli, Garics, Ceravolo, Peluso. All. Mutti 6.
ARBITRO: Giannoccaro di Lecce 6.
AMMONITI: Doni (A), Moretti (G), Chevanton (A), Dainelli (G), Biava (G).
RECUPERI: 0' p.t.; 4' s.t.

[Articolo per Goal.com del 24 gennaio 2010]

Nessun commento: