Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

venerdì 8 gennaio 2010

Alan Wilder prepara un remix per i Nitzer Ebb

Tempo di intenso lavoro per Alan Wilder. Oltre ad aver praticamente concluso il suo nuovo album ‘Selected’ sotto lo pseudonimo di Recoil, ha deciso di tornare a collaborare con i Nitzer Ebb. Per la band composta da Douglas McCarthy, Vaughan (Bon) Harris e David Gooday, l’ex-Depeche Mode sta realizzando un remix di 'I Am Undone' che verrà incluso nell’edizione tedesca di ‘Industrial Complex’, disco di inediti che ne sancisce il ritorno sulla scena da 'Big Hit’ pubblicato nel 1995.
Già in passato le due parti, allora legate alla stessa casa discografica - la Mute -, collaborarono insieme. Nel 1991 Alan Wilder produsse l’EP ‘As Is’ realizzando anche il remix di ‘Come Alive’ e l’album ‘Ebbhead’. In questi giorni i Nitzer Ebb stanno facendo da supporter ai Depeche Mode nella parte finale dell’immenso ‘Tour of the Universe’, un ruolo già avuto con successo nel ‘Music for the Masses Tour’ del 1988 e in quello del ‘World Violation Tour’ del 1990. Del rapporto di amicizia fra Douglas McCarthy e Alan Wilder resta traccia in un paio di album di Recoil: in ‘Bloodline’ del 1992 il leader dei Nitzer Ebb canta ‘Faith Healer’ (cover di un brano della Sensational Alex Harvey Band) e in ‘Unsound Methods’ del 1997 si occupa delle parti vocali di ‘Incubus’ e ‘Stalker’.
Nonostante le recenti dichiarazioni meno definitive e queste nuove collaborazioni, appare ancora distante l'ipotesi di un ritorno di Alan Wilder all'interno dei Depeche Mode.

Nessun commento: