Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 8 febbraio 2009

Promossi & Bocciati di Sampdoria-Siena 2-2: Cassano è strepitoso, Amoruso esordisce bene

Questi sono i migliori e i peggiori della sfida tra Sampdoria e Siena terminata con il risultato di 2-2. Toscani in vantaggio con Vergassola al 20', padroni di casa che pareggiano un attimo prima dell'intervallo con Bellucci, ribaltano il risultato ad inizio ripresa con Pazzini ma si arrendono al pari definitivo siglato da Maccarone al 79'.

Cassano: Non solo fantasia, ma soprattutto concretezza. Il genio di Bari Vecchia dimostra maturità soprattutto quando inizia a prendere per mano compagni troppo spesso disorientati. Le cose belle della Sampdoria di oggi le fa tutte lui. Voto 7.5

Pazzini: Segna il primo gol nel suo nuovo stadio. E’ il terzo (secondo in campionato) da quando indossa la casacca blucerchiata. Fa il suo dovere fino a quando il suo tecnico lo sostituisce con Padalino. Voto 6.5

Amoruso: Gioca meno di quanto avrebbe meritato. Sfiora il gol di testa e sul finire si fa incantare di fronte all’opportunità del 3-2. Vicino alla perfezione, considerando che si tratta del suo esordio in bianconero. Voto 6.5.

Castellazzi: Nessuna colpa sui gol subiti e si rivela determinante quando, con addosso la tuta di Superman, sfida la gravità per deviare un’incornata di Amoruso. Voto 6.5

Ferri: Entra e dopo sette minuti commette il patatrac! Giochicchiare con il pallone a sei metri dalla propria porta non si fa neppure all’oratorio, lui ci prova con il fiato di Vergassola sul collo. Distratto è il termine più elegante che si possa trovare. Voto 5.

Giampaolo e Mazzarri: In predicato di sostituire Mazzari alla guida della Sampdoria, Giampaolo impone una lezione tattica al collega doriano che si sbraccia più per protestare che per dare indicazioni utili ai suoi ragazzi. D’accordo che le assenze condizionano la Sampdoria, ma dopo un girone e mezzo di campionato pretendere di vedere un abbozzo di gioco (che non sia fatto di lanci lunghi per Cassano) è il minimo che si possa pretendere. Voti 7 e 5.

[Articolo per Goal.com dell'8 febbraio 2009]

Nessun commento: