Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 15 febbraio 2009

Promossi & Bocciati di Genoa-Fiorentina 3-3: Mutu ha l'istinto del killer, Thiago Motta leader vero! Contestato l'arbitro Rizzoli

Questi sono i migliori e i peggiori dell'accesa sfida tra Genoa e Fiorentina terminata 3-3 con pareggio di Mutu all'ultimo secondo di recupero. Il rumeno è autore di una tripletta che annulla le reti genoane di Thiago Motta, Palladino e Milito. Grifone in dieci dal 30' del primo tempo a causa dell'espulsione per doppio cartellino giallo comminata a Biava.

Mutu: da 0-3 a 3-3 grazie a una sua tripletta. Il rumeno sfrutta al meglio ogni occasione. Serial killer! Voto 8.

Thiago Motta: Conferma la sua classe cristallina e il suo coraggio e suggella il tutto con la superba rete che apre il match. Anche quando la battaglia assume connotati serissimi lui dimostra di essere il vero leader del Grifone. Voto 7.5.

Mesto: Salta un nugolo di difensori viola in occasione del raddoppio genoano ed è essenziale sino a quando, al 68', Gasperini non lo sostituisce con Sokratis (voto 6). Che il Genoa creda in lui lo dimostra il totale riscatto del suo cartellino durante il mercato di gennaio. Bravo. Voto 7.

Juric: La convocazione in nazionale suggella una stagione eccellente. Contro il robusto centrocampo ospite si permette anche il lusso di distribuire palloni interessanti. Voto 6.

Gilardino: Ha soprattutto il merito di conquistarsi il rigore che ha tenuto in partita la Fiorentina. Nel primo tempo si vede poco, ma una girata da manuale allo scadere fa trattenere il respiro a tutto il Ferraris. Utile a confezionare le cariche finali. Voto 6.5.

Rizzoli: E' costretto ad uscire scortato sotto gli occhi del designatore Collina (voto 5 per non essere stato in grado di cancellare certi fantasmi che aleggiano sull'italico calcio). Il fischietto di Bologna dimostra di sapeer intendere alla lettera la definizione di “direttore di gara”. Inflessibile sull'ingenuo Biava (voto 4.5) indossa i panni del francescano nei confronti del vivace Jovetic (voto 6.5), già ammonito e graziato a ripetizione anche sul finire di fronte all'ennesima simulazione, e lascia molte perplessità sulla gestione complessiva del match. Voto 4.5.

[Articolo per Goal.com del 15 febbraio 2009]

Nessun commento: