Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

mercoledì 25 febbraio 2009

Cardiff City-QPR 0-0: Reti bianche e qualche rimpianto per i Rangers

Finisce a reti bianche il recupero tra Cardiff e QPR. I gallesi ottengono il secondo pari consecutivo mentre i londinesi, bisognosi di ritrovare coraggio e sostanza dopo lo scivolone interno contro l’Ipswich, devono sapersi accontentare di restargli sulla scia.

Il terreno minato del Ninian Park, sul quale i padroni di casa non concedono nulla dallo scorso 25 novembre (2-2 contro il Reading), è scenario dell’ennesima sfida utile al club di Briatore per tenere accesa la fiammella della speranza playoff. Dave Jones è costretto a rinunciare all’infortunato Bothroyd ma può contare sugli scalpitanti Chopra e McCormack. Se per i Bluebirds la conferma del portiere greco Konstantopoulos appare scontata, lieta sorpresa nelle fila ospiti è il rientro di Cerny a difenderne i pali. Rispetto alla gara di sabato Paulo Sousa propone Stewart ed Helguson fra gli undici di partenza.

La gara non è esteticamente bella ma senza dubbio intensa. A togliere la polvere dai guanti di Cerny pensa Purse dopo soli 4’ deviando un insidioso tocco di Roger Johnson su angolo di Burke. Il benvenuto era atteso. Ma questa volta i Rangers si dimostrano bravi a non sfilacciarsi e, all’occorrenza, altrettanto scaltri a commettere falli tattici utili a spezzare il gioco avversario.

Ad inizio ripresa è Chopra ad evidenziarsi in fase conclusiva: al 50’ trovando l’opposizione di Cerny e otto minuti più tardi calciando fuori da buona posizione. Ma i Rangers controbattono tenendo il campo con buon piglio. Dopo uno speranzoso tiro di Routledge, è Helguson ad avere un paio di opportunità per segnare da posizione favorevole: ma sia al 77’ sia all’83’, su assist di Leigertwood, la mira è difettosa. Prima del triplice fischio di East si vedono in campo anche Blackstock e Di Carmine al posto di Mahon e dell’islandese. Grazie a questo risultato il Cardiff ottiene il quarto piazzamento in classifica in virtù della migliore differenza reti su Bristol e Preston. L’ottavo pareggio sulle sedici partite gestite da Paulo Sousa lascia invece undicesimo il QPR, distante sempre 5 punti dal primo posto utile per i playoff ma con ancora la gara contro lo Swansea da recuperare.

TABELLINO
Cardiff City: Konstantopoulos, McNaughton (Comminges 46), Purse, Roger Johnson, Kennedy, Parry, Rae, Ledley, Burke (Owusu-Abeyie 73), Chopra (Whittingham 66), McCormack.

Subs Not Used: Eddie Johnson, Scimeca.

QPR: Cerny, Delaney, Gorkss, Connolly, Stewart, Cook, Miller (Alberti 58), Leigertwood, Mahon (Blackstock 89), Routledge, Helguson (Di Carmine 90).

Subs Not Used: Hall, Lopez.
Booked: Miller, Alberti.
Att: 17,340
Ref: Roger East (Wiltshire).

Nessun commento: