Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

giovedì 4 giugno 2009

Il Museo della Storia del Genoa da oggi è realtà!

Il Museo della Storia del Genoa è finalmente una realtà dopo una gestazione di circa due anni e mezzo. Realizzato dalla Fondazione Genoa 1893 e da Blugenoa, il paradiso della ultracentenaria rossoblù è stato presentato alla stampa nella mattinata odierna nella sua sede di salita Dinegro 7. L'inaugurazione ufficiale, alla presenza della dirigenza e della squadra, è in programma questo pomeriggio alle 17.30 mentre l'apertura al pubblico comincierà da domani. Stamane cicerone d’eccezione è stato l’avvocato Andrea D’Angelo, ideatore e reggente della Fondazione stessa, che ha illustrato l'intero percorso espositivo: oltre un migliaio di cimeli antichi e moderni, documentazioni storiche e tecnologie interattive di ultimissima generazione. Il Museo del Grifone si snoda lungo 900 metri quadrati attraverso 13 sale tematiche suddivise su due piani in quello che un tempo fu il Convento di Santa Caterina d’Alessandria. Per la sua accuratezza e attenzione non sfigura neppure paragonato a quello del Barcellona. Si tratta di un appuntamento irrinunciabile per tutti i genoani, e tappa importante anche per i turisti che vengono a visitare la città. D’altronde il Genoa Cricket & Football Club è la prima squadra di calcio fondata in Italia e, proprio i suoi ricordi pionieristici appartengono a tutti gli amanti dello sport di squadra più bello del mondo.
L'esposizione è il frutto dellavoro del Comitato Museo e Storia - il cui coordinatore è Vittorio Riccadonna e responsabile scientifico Stefano Massa - ed è stata curata da Giovanna Liconti. L'allestimento, curato dalla scenografa teatrale e cinematografica Laura Benzi, segue un ordine cronologico e tipologico che comincia al primo piano del Museo (posizionato sullo stesso livello dell'ingresso), dove si trova l'area dedicata alle esposizioni temporanee.

Nessun commento: