Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

sabato 5 marzo 2011

Queens Park Rangers-Leicester City 1-0: Miller lancia in orbita il QPR!

Per la festa del suo 24° compleanno Ishmael Miller non poteva trovare luogo e momento migliore. In un Loftus Road incandescente, il bomber di proprietà del WBA lancia in orbita il Queens Park Rangers siglando, a 2 minuti dalla fine, il suo primo goal con la casacca degli Hoops. Merito suo e di quello stratega di Warnock che, cento secondi prima, lo spediva in campo al posto di Taarabt. Goal pesantissimo, quello di Miller. Non solo perché consente ai londinesi di sbarazzarsi di un ostico Leicester, ma perché coincide con l’incredibile passo falso dello Swansea finito ko in casa dello Scunthorpe, impelagato nella lotta per non retrocedere. Prima del lapidario 1-0, il match scivola sul filo della tensione e di un ossessivo equilibrio tattico scosso da pochi lampi. A metà della prima frazione Helguson, destro ravvicinato, e Yakubu, palombella dal vertice sinistro dell’area, impegnano severamente Ricardo e Kenny. Ripresa più prodiga di conclusioni. Comincia Buzsaky calciando un forte diagonale sul portiere, più velenoso è Waghorn (appena subentrato a Vassell) che trova poca resistenza nella marcatura di Connolly ma tira d’un soffio oltre la traversa. Anche King si mette in evidenza costringendo Kenny a mettere le ali per sventare una seria minaccia alla propria imbattibilità. A questo punto Warnock estrae dal cilindro la mossa vincente: fuori Taarabt, dentro Miller. A confezionare il regalo più bello pensa Routledge che offre al festeggiato un geniale passaggio in profondità, Miller controlla tutto di sinistro, affonda nell’area ospite sbarazzandosi di Bamba e infila Ricardo con un rasoterra imprendibile. Blanda e inefficace la reazione ospite in attesa del triplice fischio di East. Grazie a questo successo il QPR allunga a 8 punti il margine di vantaggio sullo Swansea secondo in classifica.

QUEENS PARK RANGERS: Kenny, Orr, Hill, Derry, Hall (Connolly 31), Taarabt (Miller 86), Helguson, Buzsaky (Ephraim 90), Faurlin, Routledge, Shittu.
SUBS: Cerny, Hulse, Smith, Vaagan Moen.
SCORERS: Miller (88).
BOOKINGS: Helguson (68).
LEICESTER CITY: Ricardo, Oakley, King (Gallagher 79), Bruma, Naughton, Wellens, Abe, Yakubu (Dyer 86), Bamba, Mee, Vassell (Waghorn 65).
SUBS: Weale, Vitor, Moreno, Berner.
BOOKINGS: Bamba (53).
REFEREE: Mr. R. East.
ATTENDANCE: 18,068 (3237).


© RIPRODUZIONE RISERVATA

3 commenti:

Wally West ha detto...

E pure il Cardiff ha perso! Così come il Forest!
Ed il Norwich ha solo pareggiato!
Una giornata sportivamente PERFETTA!
:D

Claudio ha detto...

Semplicemente goduriosa! :) E ora una bella gitarella al Den da quei "simpaticoni" del Millwall! ;P

PS-L'hai ascoltato il nuovo coro sulle note di 'Just can't get enough' dei Depeche Mode?

"When I see the Rangers, I just go outta my head
said we are going up, we are going up..

All the things you do to me and everything you said
we are going up, we are going up

We're Queens Parks Rangers until the day we die
and I just can't seem to get enough of

da da da da da da, da da da da"

Wally west ha detto...

No. Non l'ho ancora sentita. Poi sono un tale scaramantico che quelle frasi voglio pronunciarle solo a cose fatte. ^_^