Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 9 maggio 2010

Genoa-Milan 1-0: Sculli stende il Diavolo, ma il terzo posto è salvo!

Nella giornata in cui l'inutilità della tessera del tifoso appare in tutta la sua evidenza e le cervellotiche decisioni dell'Osservatorio fanno riflettere sull'effettiva utilità della sua istituzione, Genoa-Milan passa agli annali con l'1-0 determinato da una rete di Sculli al 57'. Match piacevole giocato nella surreale atmosfera di uno stadio i cui chiavistelli prefettizi tengono i tifosi rossoblù fuori da casa loro. A campeggiare sugli spalti resta solo lo storico striscione dedicato a Claudio Vincenzo Spagnolo sistemato in mezzo alla Nord.

In campo – Con Gasperini squalificato e il suo secondo Caneo impossibilitato a rientrare causa problemi di traffico aereo, sulla panchina del Genoa si siede l'allenatore della primavera Chiappino. In campo Amelia ritrova il posto da titolare, Zapater sostituisce l'infortunato Milanetto e Sculli vince il ballottaggio con Palladino già destinato a tornare alla Juventus. Leonardo, per cercare di mettere definitivamente le mani sul terzo posto, deve rinunciare ad Ambrosini stoppato dal giudice sportivo ma ritrova Pato con Huntelaar che finisce in panchina. Gattuso e Pirlo dall'inizio.

Si gioca – Avvio a ritmi vivaci che nella prima frazione si diluiscono in una sconfortante pochezza finalizzativa. All'11' Flamini sfiora il montante dal limite mentre sette minuti più tardi a Pato viene annullato un goal per fuorigioco. Al 21' Amelia mette i pugni su botta di Borriello. La replica è un tiro sul fondo di Palacio a conclusione di una bella percussione centrale. Sino all'intervallo c'è poco o nulla.
Nella ripresa Fatic prende il posto di Papastathopoulos. Intorno al 53' Amelia si oppone prima a un insidioso tiro di Gattuso dalla destra e poi a una rovesciata di Borriello. Ma sono i Grifoni, al 57' a passare immediatamente dopo il cambio Gattuso-Seedorf. Tutto nasce da un corner dalla sinistra di Fatic sul quale si avventa di testa Sculli che schiaccia la sfera alle spalle di Dida. Al 63' Acquafresca s'invola in contropiede e, dopo essersi accentrato, coglie la traversa. E' l'ultima azione prima di essere sostituito da Suazo. Contemporaneamente Leonardo cambia Pato con Huntelaar. Al 72' un'azione insistita di Sculli viene respinta a terra da Dida. Gli ospiti si affidano a una punizione di Pirlo che s'infrange tra le braccia di Amelia. Il Genoa sembra controllare ma all'84' è Huntelaar a divorarsi il pareggio con un colpo di testa alto da due passi. Poi Flamini finisce anzitempo sotto la doccia rimediando il secondo giallo. L'ultima chance capita a Borriello che, servito in area da Dinho, calcia alle stelle.

La chiave – Il Genoa fa quadrato al momento di rintuzzare le offensive milaniste per poi uscire alla distanza. Il vantaggio ad inizia ripresa consente ai rossoblù di giocare agevolmente di rimessa.

La chicca – Il vantaggio dei padroni di casa è un'azione d'angolo da manuale del calcio: battuta con il compasso di Fatic e suprema elevazione vincente di Sculli.

Top & Flop –
Sculli sigla il goal-vittoria a coronamento di una prestazione positiva. Papastathopoulos è sempre efficace in copertura e sempre pronto ad agire di rimessa. Palacio appare il più vispo fra i rossoblù mentre Acquafresca, a cui l'impegno non difetta, sembra però girare spesso a vuoto anche se è sfortunato in occasione di una traversa. Fra i rossoneri Thiago Silva è quasi una sicurezza e Favalli mette sul tavolo la sua esperienza. Il tridente offensivo Pato-Borriello-Dinho gioca con una sufficienza viziata da eccessi di narcisismo. Flamini si fa scioccamente espellere per doppia ammonizione.


TABELLINO:
GENOA-MILAN 1-0 (primo tempo 0-0)
MARCATORE: 57' Sculli (G).
GENOA (3-4-3): Amelia 6; Tomovic 6, Bocchetti 6, Papastathopoulos 7(dal 46' Fatic 6.5); Mesto 6.5, Zapater 6, Juric 6, Criscito 6.5; Palacio 7 (dall'89' Palladino sv), Acquafresca 6 (dal 65' Suazo 6), Sculli 7. A disposizione: Scarpi, Milanetto, Gucher, Aleksic. All. Gasperini / Chiappino 7.
MILAN (4-3-3): Dida 6; Abate 6, Thiago Silva 6.5, Favalli 6, Antonini 6 (dal 75' Zambrotta sv); Gattuso 6 (dal 56' Seedorf 6), Pirlo 6.5, Flamini 5; Pato 6 (dal 65' Huntelaar 6), Borriello 6, Ronaldinho 6. A disposizione: Abbiati, Bonera, Jankulovski, Inzaghi. All. Leonardo 5.5.
ARBITRO: Damato di Barletta 6.5.
ESPULSI: All'85' Flamini (M) per doppia ammonizione.
AMMONITI: Bocchetti (G), Gattuso (M).
RECUPERI: 0' p.t.; 3' s.t.

[Articolo per Goal.com del 9 maggio 2010]

Nessun commento: