Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 16 maggio 2010

Promossi & Bocciati di Sampdoria-Napoli 1-0: Storari e Pazzini esaltano il 'Ferraris', gli azzurri onorano l'impegno

Queste sono le pagelle di Sampdoria-Napoli 1-0 decisa da un goal di Pazzini al 6' della ripresa. Grazie a questo successo di misura i blucerchiati guadagnano l'appaccesso ai preliminari di Champions League.

Pazzini: Tutta Napoli lo corteggia aspettandolo a braccia aperte e lui, come il più vanitoso dei dandies, si presenta al gran ballo facendo il mattatore: mette il timbro sul passaporto che sdogana la Samp nell’Europa che conta e se ne torna a casa con un’autentica corona in testa. Terzo cannoniere del campionato con 19 centri alle spalle di Di Natale e Milito. Stre-pi-to-so! Voto 7

Cassano: Questo campionato ha regalato all’italico mondo pallonaro un Antonio meno eroe di fumetti di second’ordine e più uomo vero. La standing ovation con la quale viene salutato da un Ferraris in pieno delirio godurioso sta a sottolinearlo. Bravissimo anche nella gestione di una gara tinta di storia come quella di oggi. Voto 7

Storari: Ancora una volta è fra i migliori in campo dispensando almeno quattro interventi da grande campione. Se la Sampdoria ha ottenuto questo traguardo molti meriti vanno anche a questo campione che, i “lungimiranti” di casa-Milan, tenevano in naftalina. Sopresona. Voto 8

Maggio: Da buon ex lotta su ogni pallone che gli capita nelle vicinanze, non disdegna qualche sgambetto e cerca persino la via della rete. Non è fra i peggiori e al 63’, inspiegabilmente, il suo allenatore lo sostituisce con l’improbabile e inguardabile Hoffer (Voto 4.5). Voto 5.5

Delneri: Arriva in punta di piedi e se ne esce portato in trionfo ad un metro e mezzo da terra. Non sarà uno dei tanti inventori di football che ci sono in giro ma, evidentemente, lui le basi le conosce benissimo. Voto 7

Mazzarri: Nel biennio in cui viene tenuto alla guida della formazione doriana la Champions la vede solo nei sogni così, per fargli sentire che non aveva la sostanza delle favole, il calendario lo rimanda indietro facendogli recitare la parte dell’avversario/spettatore. Destinaccio! Voto 6... generoso

I calciatori del Napoli: Nonostante martedì sera, nel suggestivo scenario di Villa Caracciolo, abbiano tutti partecipato alla cena di fine campionato, al Ferraris i ragazzi di Mazzarri giocano per onorare il torneo. In verità sul finire qualcuno sembra patire eccessivamente il caldo o la pesantezza di qualche spigola con verdura un po’ troppo condita, ma di questo bisognerebbe chiedere lumi allo chef… Voto 6 per la partecipazione

Mago Don Aurelio dietro la sfera di cristallo: Lunedì scorso, sull’ipotesi di un arrivo di Pazzini al Napoli, De Laurentiis si lasciò scappare: “Deve decidere lui se giocare con il Napoli nell'Europa League oppure scegliere il palcoscenico della Champions con la Sampdoria”. La preveggenza sul fatto che la sua squadra nulla avrebbe potuto fare per impedire ai blucerchiati l’approdo in Champions si è sorprendentemente avverata! Non è che il presidentissimo può anche anticiparci chi vincerà il mondiale? Voto 10 alle sue doti divinatorie

I calciatori della Sampdoria 2009-2010:
I momenti esaltanti possono capitare a tutti, ma riuscire a scolpirli nel tempo è dono riservato a pochi eletti. Loro hanno raccolto tutto quello che hanno seminato: fortunati (ad essere stati esentati da seri infortuni) ma soprattutto bravi. Voto 10

La coppia Garrone & Marotta:
Il petroliere e il genio del mercato calcistico chiudono un ciclo ottenendo il massimo risultato realisticamente possibile: entrare nell’Europa più nobile costruendo la seconda Samp più forte di sempre con 19 successi all’attivo. La migliore in assoluto, quella dello scudetto 1990-91, vinse solo una gara in più. Otto anni fa i due presero una società ai bordi della serie C per renderla oggi una delle più virtuose a livello continentale. Della serie: quando la storia viene scritta con i fatti e non con chiacchiere di progetti futuribili. Chapeau! Voto 10

[Articolo per Goal.com del 16 maggio 2010]

Nessun commento: