Parole sante...

Vivere è la cosa più rara al mondo.
La maggior parte della gente esiste, e nulla più. (Oscar Wilde)
- - - - - - - - - - - - - - - -

Copertina

Copertina

Aurelio Galleppini ~ ‘Tex Willer e i suoi pards’

domenica 8 febbraio 2015

Sampdoria-Sassuolo 1-1: Acerbi-Eder, tutto in 8 minuti. Eto'o, solo una comparsata

Due colpi di testa di Acerbi (2') ed Eder (8') battezzano e chiudono una gara molto combattuta che a Sampdoria e Sassuolo vale un solo punto. Risultato sostanzialmente giusto anche se gli ospiti, seppur rimaneggiatissimi, dimostrano maggior capacità di manovra. I padroni di casa reagiscono allo schiaffo di Torino, e a una fase non proprio brillante, sfoderando notevoli dosi di agonismo. Altri 20' minuti a disposizione di Eto'o, disputati in maniera impalpabile. ETO’O ANCORA IN PANCA, OSPITI RIVOLUZIONATI – Archiviati tutti i “casi” post-mercato Mihajlovic si concentra completamente sul campionato. Disegna un 4-3-1-2 con il portiere Viviano supportato da De Silvestri, Munoz, Romagnli e Regini; Obiang, Palombo e Duncan compongono la linea centrale con Soriano dietro la coppia Okaka-Eder mentre Eto’o parte ancora dalla panchina. Di Francesco è costretto a reinventarsi l’undici di partenza a causa delle pesanti assenze di Berardi, Zaza e Sansone appiedati dal giudice sportivo con Peluso, Terranova e Missiroli out per acciacchi vari. Ecco quindi che il 4-3-3 prevede l’estremo Consigli con i difensori Vrsaljko, Cannavaro, Acerbi e Longhi; Biondini, Magnanelli e Brighi in mezzo e tridente tutto ex-genoano composto da Floro Flores, Floccari e Lazarevic. CHE AVVIO! – Pronti, via e... Acerbi goal! Gli ospiti impiegano meno di due giri di lancetta per bucare la retroguardia doriana sorpresa da un cross dalla destra di Vrsaljko. Lazarevic spreca il raddoppio e allora è il solito Eder (settimo sigillo stagionale) a riportare in fretta l'equilibrio. La gara dell'assistman dura pochissimo, fermato da un infortunio che fa spazio a Gazzola. Irrati, arbitro dal cartellino facile (alla fine ne estrae una decina), sorvola poi su un contatto in area De Silvestri-Lazarevic che accende proteste ospiti. SENZA PAUSE – Non ci si può distrarre un attimo. Consigli lo capisce quando deve dare il meglio di sè per opporsi a Munoz sbucato dal nulla; Viviano lo scopre poco dopo quando Floccari lo insidia con una legnata e poi su incursione. Prima del riposo anche Munoz va ko, gli subentra Coda. RIPRESA AGGRESSIVA – Maggior aggressività per sopperire ai limiti di capacità di manovra palesata nella prima frazione. La Samp si affida a questa caratteristica per opporsi ad un Sassuolo determinato a svolgere i propri compiti. Nella vivacità generale spicca un'occasione che Okaka manda troppo alta. SPAZIO AL FANTASMA DI ETO'O – Aperta più che mai la sfida offre a Eder un'opportunità maestosa davanti a Consigli bravo a opporsi con i piedi. Floro Flores prova senza fortuna a cercare il jolly dal limite. Per gli ultimi 20 minuti Mihajlovic inserisce Eto'o. Ma il Re Leone è autore solo di un buon assist. Gli unici ruggiti sono quelli di Gazzola e Soriano con parata del portiere. [Articolo per Goal.com dell'8 febbraio 2015]© RIPRODUZIONE RISERVATA

Nessun commento: